20 Ott

Dal 16 novembre le domande per il credito di imposta per la bonifica dell’amianto. 

Dal 16 novembre è possibile presentare le domande per accedere al credito di imposta per gli interventi di bonifica dell’amianto. 

Il credito di imposta per e bonifiche da amianto è stato disciplinato dal DM 15 giugno 2016, come previsto dal Collegato Ambiente (Legge 221/2015).

Sarà possibile inoltrare la domanda sino al 31 marzo 2017. Il Ministero dell'Ambiente ha predisposto una apposita piattaforma web per l'inoltro delle domande. Le richieste idonee usufruiranno del credito amianto fino all'esaurimento dei 17 milioni di euro a disposizione. La graduatoria verrà stilata in base all'ordine di presentazione delle domande.

Credito di imposta 50% per la bonifica amianto

Agli imprenditori che hanno effettuato lavori di bonifica dell’amianto durante l'anno fiscale 2016 è riconosciuto un credito di imposta per la bonifica da amianto pari al 50% delle spese sostenute. Gli interventi devono aver riguardato beni e strutture produttive dell'impresa. La spesa totale per la bonifica non deve superare e 400.000 euro con un minimo di 20.000 euro.

Inteventi ammessi al credito amianto

Per accedere al credito di imposta per la bonifica amianto è necessario sostenere nel corso del 2016 intervento di bonifica, rimozione, trasporto e smaltimento di amianto. Sono esclusi dal credito di imposta per la bonifica da amianto gli interventi di incapsulamento e confinamento.
Sono ammesse all'agevolazione tutte le imprese ad eccezione delle imprese di produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, e quelle che operano nei servizi di interesse economico generale.
Le agevolazioni sono concesse nei limiti de minimi dei regolamenti europei ed il credito amianto non è cumulabile con altre incentivi per lo smaltimento amianto previste dalla normativa nazionale, regionale o comunitaria.

Contenuti della domanda per il Credito di imposta 50% amianto.

Nella domanda necessita che siano indicati, a pena di esclusione, il costo totale degli interventi di bonifica dell'amianto, l’ammontare delle singole spese sostenute, l'ammontare del credito d'imposta per la bonifica amianto richiesto.
Deve essere necessario indicato che non si usufruisce di altre agevolazioni per la bonifica da amianto.
Va allegata inoltre la documentazione prevista dal d.lgs 81/08 per la bonifica da amianto:  il piano di lavoro per la bonifica da amianto , le comunicazione di inizio e fine lavori inviata alla ASP competente, le fatture quietanzate.

L'istruttoria del Ministero per l'Ambiente sul credito d'imposta per la bonifica da amianto verrà espletata entro 90 giorni dalla ricezione della domanda.

Come utilizzare il credito di imposta per l'amianto.

In caso di accesso positivo ad una delle posizioni utile della graduatoria, il credito di imposta deve essere ripartito e utilizzato in tre quote annuali di pari importo. Deve essere indicato nel modello Unico e non concorre alla formazione del reddito Ires o Irpef.

Credito per Bonifica Amianto dal 16 Novembre ultima modifica: 2016-10-20T09:35:17+00:00 da Dgeco Smaltimento Amianto (Eternit)